GammArena: verso il #Pride2017 - Il Vizietto @ Gammazita, Catania [19 giugno]

GammArena: verso il #Pride2017 - Il Vizietto


95
19
giugno
21:00 - 23:00

 Pagina di evento
Gammazita
Piazza Federico di Svevia, 92, 95100 Catania
Per questo lunedì abbiamo scelto di uscire fuori, ma non troppo,
dalla rassegna in corso e dedicare un appuntamento del nostro piccolo cinema popolare sotto le stelle di Piazza dei libri alle tematiche LGBTQI, ma con il sorriso sulle labbra.

#GammArena di lunedì 19 giugno ci porta Verso il PRIDE 2017
che si terrà a Catania sabato 24 giugno (Catania Pride)
con un film leggero, spassoso, divertente e davvero immortale,
che nel 1978 in maniera del tutto trasversale, ironica e mai volgare, è riuscito a parlare di omosessualità senza morbosità o scandalismi.

«IL VIZIETTO»
titolo originale «La cage aux folles», anno 1978, produzione Francia-Italia.
Regia di Edouard Molinaro con due grandissimi attori, purtroppo scomparsi: Ugo Tognazzi e Michel Serrault.

TRAMA
Renato, di origini italiane, e Albin, detto Zazà, gestiscono a Saint Tropez la «Cage aux folles», un locale notturno per travestiti. Vivono insieme come marito e moglie da anni. Renato però, in passato, ha avuto una breve esperienza eterosessuale dalla quale è nato Laurent. Il figlio, cresciuta dalla coppia, annuncia il suo matrimonio con la figlia di un noto uomo politico benpensante ed ottuso e chiede al padre, per salvare le apparenze, di fingersi «normale» ma…

Oltre i luoghi comuni che oggi si potrebbero trovare in una pellicola che rappresenta l'omosessualità descrivendola con mossette, pailettes, gridolini e colpi d'anca, non bisogna dimenticare che questo film giusto 39 ANNI FA è riuscito a portare, con grande naturalezza e successo, sul grande schermo un vero e proprio ribaltamento della concezione di famiglia e coppia «tradizionale» e a combattere qualsiasi tipo di pregiudizio con una pura risata, priva di qualsiasi forma di giudizio.

Il film racconta la quotidianità di una coppia gay nella Francia più mondana, quella di Saint-Tropez che diventa emblema contro i pregiudizi più omofobi della società nel più affettuoso e sincero dei modi possibili, soprattutto per quei tempi.

«Il vizietto» è l'apoteosi di due interpreti, il finissimo Michel Serrault (doppiato benissimo da Oreste Lionello), scatenato in un gioco di isteria-malinconia che dà spessore umano ad un personaggio tradizionalmente votato al macchiettismo, e il sornione Ugo Tognazzi, qui ancora più bravo che in «Splendori e miserie di Madame Royale».

Il Vizietto tratta il tema dell’omosessualità attraverso dialoghi sfacciatamente umoristici, è un film sorprendente e simpatico, di chiaro impianto teatrale, infatti è tratto dall’omonimo spettacolo teatrale di Jean Poiret.

Il film ebbe un grandissimo successo internazionale. Quando uscì negli Stati Uniti fece registrare il più grande incasso per un film straniero fino a quel momento.
La pellicola ha vinto nel 1980 il Golden Globe Awards come Miglior film straniero e Michel Serrault nel 1979 ha vinto il David di Donatello come Miglior attore straniero

Il successo de Il vizietto convinse i produttori a realizzare due sequel del film nel 1980 e nel 1985. I primi due film furono diretti da Edouard Molinaro, il terzo invece da Georges Lautner.
Il successo del film fu tale, che ad alcune pellicole si cercò di dare un titolo simile, sperando che potessero incuriosire il pubblico, ma film come Il vizietto americano, Il vizietto dell'onorevole o Dove vai se il vizietto non ce l'hai? non hanno nulla a che vedere con la trilogia interpretata da Tognazzi e Serrault.
Nel 1996 inoltre, è stato realizzato anche un remake del primo film che fu interpretato da Robin Williams e Nathan Lane e intitolato Piume di struzzo.

Una precisazione sul titolo è d'obbligo.
Il titolo originale francese, La cage aux folles, rimanda al nome del locale gestito da Renato e Albin.
Il titolo italiano del film invece è divenuto oggetto, pressoché immediatamente, di uno stereotipo: infatti nel linguaggio comune si usa l'espressione «vizietto» per indicare, ironicamente, l'omosessualità. In realtà questo termine nel film è usato esattamente nel senso opposto: nel corso del film, infatti, Albin rimprovera più volte Renato di farsi prendere dal «vizietto» ogni volta che incontra la madre di Laurent. Il vizietto è dunque l'attrazione che Renato prova per una donna.
L'uso del termine «vizietto» per riferirsi all'omosessualità maschile era però già diffuso nel linguaggio giornalistico, tanto che lo stesso Tognazzi ha rilasciato diverse interviste per denunciare l'uso scorretto e sessista del titolo del film che interpreta.

CI VEDIAMO LUNEDI' da Gammazita ricordate, però, che chi prima arriva meglio siede e quindi meglio vede.

BUONA VISIONE a TUTT*!
— GammArena è l'appuntamento di #Gammazita che si rinnova ogni lunedì della bella stagione con il cinema, popolare e gratuito, sotto le stelle di Piazza dei Libri.

Ecco tutti gli appuntamenti di
GammArena: Sconosciuti ma non troppo
> 5 GIUGNO “Little Miss Sunshine” – 2006 – regia di Jonathan Dayton e Valerie Faris
> 12 GIUGNO “Dio esiste e vive a Bruxelles” – 2015 – regia di Jaco Van Dormael
Fuori rassegna «ma non troppo» un film dedicato al #Pride2017
> 19 GIUGNO «Il Vizietto» — 1978 — regia di Édouard Molinaro
> 26 GIUGNO “Moonrise Kingdom. Una fuga d'amore" – 2012 — regia di Wes Anderson
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi più atteso in Catania :

Franco Battiato in concerto
Teatro Greco Romano
San Lorenzo 017 - La Notte Dei Desideri At Lido Azzurro
Lido Azzurro
Ritorno ad Hogwarts!
Borghetto Europa Catania
Rock Revolution 2017 - Regina The Real Queen Experience
Afrobar OfficialPage
MEGA Evento estate 2017
Chiosco al Fortino
Ursino Buskers 2017 - Festival Internazionale di Arti di Strada
Castello Ursino
Laboratorio: strumenti musicali da materiali di scarto.
Palestra LUPo
Live Music - L'Arpa Celtica di Ginevra Gilli
Zenzero e Salvia
Cibo, Terra, Salute: cause, effetti e relazioni
Borghetto Europa Catania
Stop C-Star. Fermiamo la Nave Nazista
OfficinaRebelde Catania