Appunti di viaggio in un bicchiere @ Ostello degli Elefanti Hostel Catania, Catania [7 dicembre]

Appunti di viaggio in un bicchiere


87
07
dicembre
19:30 - 22:30

 Pagina di evento
Ostello degli Elefanti Hostel Catania
via Etnea 28 scala A II piano, 95131 Catania
L' Ostello degli Elefanti Hostel Catania
é felice di invitarvi alla manifestazione

APPUNTI DI VIAGGIO IN UN BICCHIERE
Esposizione opere di Lucilla Carucci_Degustazione
vini “Lavaligiadibacco ”

Appunti di viaggio.
Terre di Sicilia 2017

Le opere dell’artista Lucilla Carucci, selezionate all’interno di una serie intitolata Appunti di viaggio. Terre di Sicilia 2017 e qui esposte in mostra temporanea all’interno della manifestazione “,Appunti di viaggio in un bicchiere”, espozione opere di Lucilla Carucci & degustazione vini “Lavaligiadibacco” curata dall’associazione Welcome 2 Sicily Sicily con la collaborazione di Luisa Michienzi presso la sala Polis dell’Ostello degli Elefanti, raccontano l’esperienza di un viaggio, che oltre a essere quello realmente compiuto dall’artista nella primavera del 2017 in Sicilia è anche, e forse soprattutto, un viaggio immaginifico.

Ingresso riservato soci Arci
contributo soci Arci degustazione € 7
contributo degustazione+tesseramento €10
preiscrizione on-line portale.arci.it/preadesione/w2s/

Appunti di viaggio.
Terre di Sicilia 2017_ Lucilla Carucci

Selezionate all’interno di una serie intitolata Appunti di viaggio. Terre di Sicilia 2017 e qui esposte in mostra temporanea all’interno della manifestazione “,Appunti di viaggio in un bicchiere”, espozione opere di Lucilla Carucci & degustazione vini “Lavaligiadibacco” curata dall’associazione Welcome 2 Sicily con la collaborazione di Luisa Michienzi presso la sala Polis dell’Ostello degli Elefanti, raccontano l’esperienza di un viaggio, che oltre a essere quello realmente compiuto dall’artista nella primavera del 2017 in Sicilia è anche, e forse soprattutto, un viaggio immaginifico.

Le stesse immagini create sui cartoncini attraverso la tecnica del collage, così incredibilmente reali, concrete, oggettive e allo stesso tempo aleatorie, astratte per via dei tagli e delle linee che le compongono, suggeriscono una dimensione “altra” rispetto alla mera registrazione di dati reali e spingono a domandarci che tipo di viaggio e di esperienza l’artista raffiguri.

A guardarli bene questi undici piccoli quadri sembrano disposti in una striscia temporale, quasi si trattasse di una sequenza di frames, che, susseguendosi l’un l’altro incalzano il nostro sguardo a sostenere il ritmo del suo racconto. Nel complesso infatti il nostro occhio scorre rapido lungo la parete in un continuo rimbalzo da un’opera a un'altra, quasi che il singolo pezzo non possa che essere completato nella sua visione che dal suo successivo, come avviene guardando un paesaggio da un treno in corsa.

La stessa forma di “appunto”, con la quale gli undici collages vengono presentati, rimanderebbe, in apparenza, a una forma di racconto veloce, come di fatto si prendono gli appunti, ovvero nel vivo di un azione. Se poi, in un secondo momento, ci soffermiamo a guardare con attenzione ogni singolo quadro, avremo l’impressione che quest’idea venga invece contraddetta. Ecco che infatti emergono dal fondo la lentezza e la meticolosità con cui, solo a seguito dell’esperienza vissuta, l’artista ha eseguito quei tagli e quelle suture che recidono e assemblano i frammenti di carta necessari alla costruzione delle immagini.

Nonostante le opere di Lucilla Carucci sembrino avere una certa assonanza con il mezzo fotografico non si tratta di “scatti” che istantaneamente appuntano, fermano la realtà, ma di una vera e propria operazione, come avviene su un tavolo da laboratorio, di ricostruzione di immagini, le quali sono ormai generate solo dai ricordi che la memoria serba dei luoghi.

Eppure queste, per volontà dell’artista, non si formalizzano mai in un discorso compiuto. Riescono a mantenere la qualità di frammento, di appunto, come suggerito dal titolo della serie, quel senso di incompiutezza con cui la memoria stessa le ha generate: senza un inizio e una fine precisa, intorno a un centro mai uguale a se stesso, secondo linee e ritmi mai codificati, sempre pronti a cogliere l’imprevisto generato dalla realtà e a sottrarsi alle gerarchie della logica.

Ecco che così, davanti ai nostri occhi, si palesano undici quadri, estremamente coesi l’uno all’altro in un'unica struttura di pensiero e allo stesso tempo differenti l’uno dall’altro, ognuno dotato di un’incredibile quantità di dettagli, frammenti di carta all’interno dei quali perdersi con lo sguardo, fino a dimenticare la loro forma iniziale

Il cortocircuito innescato dal collage ci ricorda che è proprio nell’essenza di “ritaglio pre-esistente congiunto ad un altro” che Lucilla Carucci riesce miracolosamente a restituire la perfetta immagine della campagna siciliana, di un cielo d’estate o del prospetto di un edificio barocco, e che noi riconosciamo come tali. Il segreto sta proprio nella giuntura creata tra le immagini prelevate dalle riviste e dai giornali, in quel solco che trasmuta le forme e i colori, rendendoli improvvisamente materia, elementi primari dei paesaggi, dei luoghi: il nero e il rosso dell’etna, il verde della riserva del Simeto, i vetri delle finestre dei palazzi, il blu del cielo e del mare insieme.

L’attenzione dell’artista nei confronti di queste relazioni che si innescano tra le immagini e la realtà ci lascia intuire un modo di vedere, osservare il mondo come complesso, stratificato e che di fatto può essere conosciuto solo attraverso il riconoscimento di queste sovrapposizioni.

Quello che Lucilla Carucci mette in pratica nel raccontare il suo viaggio, persino nella sua essenza più immaginifica, è proprio questo tentativo di instaurare una relazione con il mondo, di abitarlo.

Ciò che spetta a noi che osserviamo le sue opere è concederci il tempo del suo racconto, e immaginare insieme a lei altre possibili modi di relazionarsi con la realtà.
Vittoria Majorana [email protected]

Ostello degli Elefanti Hostel Catania
ostellodeglielefanti.it
La Valigia di Bacco
Welcome 2 Sicily
Arci Servizio Civile Catania
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi più atteso in Catania :

Hogwarts sotto la neve
Etna Comics Shop & Coffeehouse
Land before Christmas - Concerto di Natale + XParty per Telethon
LAND La Nuova Dogana
Mercatino del Baratto - Sbaratta Mmarazzi
Chilometro Zero
Random® • Catania • Industrie
Industrie
Laboratorio: strumenti musicali da materiali di scarto.
Palestra LUPo
Fuoriorario Winterformat N Y D 2018 Unofficial After Party
Afrobar OfficialPage
Sab 27 gen Matrioska con Dente & Guido Catalano
MA Catania