Mostra fotografica "la festa nel Sacco" @ ACAF associazione catanese amatori fotografia, Catania [dal 2 su 16 febbraio]

Mostra fotografica "la festa nel Sacco"


153
2 - 16
febbraio
18:30 - 22:00

 Pagina di evento
ACAF associazione catanese amatori fotografia
via Pola, 22, 95128 Catania
In queste immagini ritroverete la fisionomia cromatica della nostra
città: il bianconero della pietra delle sue strade ben si confronta con il bianconero della sua sequenza fotografica, laddove spicca il candore del cosidetto “sacco” ovvero quell’indumento che contraddistingue il devoto partecipe della festa e del rito agatino. Ma cos’è il “sacco”?
E’una divisa, un paramento, un semplice segno di distinzione,un umile segnale di appartenenza, un simbolo di comunione, un attestato di devozione e di tradizione. Giunto il giorno della Festa, il devoto fa memoria indossando il “sacco” (”tu mittisti u’ saccu”?). L’indossarlo è preghiera, invocazione, è rivestirsi di umiltà e, paradossalmente, di fierezza, di sentirsi in processione con la nobile concittadina, e con Lei pro-cedere. Trattasi di un bianco saio che ricopre ulteriormente il corpo del cittadino conferendogli, nell’ insieme dei confratelli festanti, una presenza tanto modesta quanto spettacolare. Completano il “sacco”, rigidamente bianco perchè simbolo di purezza, il cordone che si stringe in vita, simbolo di penitenza e la “scurzetta” (quasi un berrrettino da notte) di velluto nero, simbolo di umiltà. Il segno della gioia è adato ad un fazzoletto di batista, sapientemente ripiegato che il devoto agiterà in omaggio al volto radioso della Sua santa.
Tanti simboli, ovviamente, trovano radici e possibili spiegazioni nel
dolce mistero del mito e nella leggendaria tradizione dei nostri
antenati: erano nudi i primi devoti e poi si coprirono? era questo un
retaggio dei diritti in onore della pagana divinità di Iside, protettrice
delle donne e della maternità? C’è l’eco di un risveglio notturno per il
ritorno delle sante reliquie e, quindi un richiamo all’ abito notturno?
Molto più probabilmente e la parola “sacco” ce lo confermerebbe
riportandoci al greco “sak”, l’ abito vuole esprimere un saio
penitenziale anche se i colori e la foggia ne fanno un simbolo di festa.
Ma perché i devoti indossano il sacco? per infiniti motivi: perchè sono catanesi e fratelli di Agata, per ringraziamento; e alla domanda
risponderanno “per qualcosa che sentono dentro”. Come queste
fotografie che sono uscite da dentro una “cameretta oscura” ed ora
illuminanole pareti della mostra.
Pippo Pappalardo H.C. ACAF

ESPONGONO:
Francesco Barbera
Giuseppe Boccaccini
Josè Bonaccorsi
Vito Burgì
Salvo Canuti
Salvo Cavalli
Rosalia Cuccia
Cosimo Di Guardo
Lello Fargione
Rossella Fernandez
Sergio Fichera
Elena La Spina
Valeria Laudani
Francesco Licandro
Silvana Licciardello
Riccardo Lombardo
Maurizio Maugeri
Nuccio Mugavero
Simona Franceschino
Mary Indelicato
Mario Ingegneri
Licio La Rocca
Daniele Musso
Giuseppe Nastasi
Giovanna Pappalardo
Alberto Privitera
Salvo Ragusa
Enrico Renzi
Salvo Sallemi
Noemi Spampinato
Emanuela Serra
Fia Zappalà
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi prossimi @ ACAF associazione catanese amatori fotografia:

XXI Corso Di Fotografia
ACAF associazione catanese amatori fotografia

Eventi più atteso in Catania :

One Day Music ● May 01 2018 ● 10th Edition ● Catania
ONE DAY MUSIC
Brunori a Teatro - Catania - Teatro Metropolitan
Teatro Metropolitan
Måneskin in concerto a Catania **Sold out**
LAND La Nuova Dogana
Fuori la mafia dal Comune di Catania
Palestra LUPo
Seminario sulla Cannabis Terapeutica
AnimeinArte
Francesca Michielin live a Catania
LAND La Nuova Dogana
Gianluca Vacchi on Tour 2018 | Ecs Dogana Club
ECS Dogana Club
Un Amore Esemplare: di e con Daniel Pennac
Teatro Sangiorgi
Notte dei Musei
Polo tattile multimediale